Terre Tarantine Dop

[trx_title]LA VIA DELL’EXTRAVERGINE[/trx_title]

TERRA DI OLIVI SECOLARI, SOLE, MAR MEDITERRANEO E PROFUMO DI BUONO

Si narra che furono i Massapi, nel 1 millennio a.C., i primi a coltivare le olive per ricavarne il nettare che dava sapore ai loro piatti.
Con i Fenici e i Greci la produzione di olio si intensificò, tanto da far diventare le terre tarantine uno dei pochi luoghi di culto di questa tradizione nel Mondo.
A testimonianza di un tale passato esistono ancora oggi resti di antiche macine, decori e reperti archeologici come le monete coniate nel VI-V secolo a.C. rappresentanti i ramoscelli di olivo come simbolo dell’intero territorio.
Oggi l’olivicoltura occupa circa il 25% di questo territorio agricolo, straordinariamente fortunato per i suo clima mite e ampiamente favorevole a questa coltivazione.